Progettata dall'architetto Giacomo Tazzini attorno al 1824, nelle vesti di architetto di corte, Cascina Costa Alta presenta una facciata con finestre ad arco e timpano di coronamento che richiama le tipologie compositive delle ville signorili, completata da belvedere. L'edificio, caratterizzato da tre corpi di fabbrica attorno a una corte rustica, presenta un portico con sei colonne in pietra a pianterreno. Sotto il porticato è invece visibile un vecchio pozzo in sasso.

Situata su un lieve dosso naturale e circondata da alberi d'alto fusto, Cascina Costa Alta occupa una posizione isolata all'interno della cornice di alto valore naturalistico e storico del Parco di Monza. I prati circostanti offrono ampio spazio per passeggiate e per momenti di incontro e di relax.

Oggi, completamente ristrutturata è la base operativa delle attività di educazione ambientale ed alimentare di Coop.Soc.META che gestisce la struttura da circa 15 anni. All'interno dei sui spazi trova sede l'Ostello della Gioventù Costa Alta con bar e punto ristoro, sono inoltre disponibili spazi attrezzati per meetings di lavoro e per attività seminariali e di formazione. E' attivo un punto di noleggio bici. Le qualità estetiche e l'eleganza di Cascina Costa Alta, fanno di questa, la location elettiva per importanti eventi e celebrazioni pubbliche e private.

VEDUTE di COSTA ALTA

 

Riferimenti bibliografici: 



- Valeriana Maspero, Carlo Vittone, "Il parco di Monza: storia del più grande parco cintato d’Europa", Vittone Editore, Monza, 2005

- Centro Studi PIM, "Recupero e valorizzazione della Villa Reale di Monza, dei giardini e del parco" - Studio di fattibilità e interventi urgenti, Milano 2001